Vaccini: un problema che nasce da una radice chimica

La #chimica dei #vaccini parla chiaro: La #FDA ha recentemente pubblicato un documento ufficiale, nel quale ha indicato quali sono i limiti massimi di tolleranza di #alluminio #parenterale. Per ‘parenterale’ si intende la somministrazione del vaccino per via non orale.
Sono 25 i microgrammi per litro, il limite di#tolleranza di alluminio che un soggetto può sopportare. Il documento risulta molto chiaro nell’indicare che coloro i quali presentino problemi renali oppure i neonati di nascita prematura, non debbano in alcun modo superare la dose parenterale di alluminio pari a 5 microgrammi per chilogrammo di peso al giorno. Il motivo nasce dal fatto che gli studi riconoscono che l’alluminio è tossico per lo sviluppo armonico osseo e del#sistema_nervoso.
Per esempio, un #bambino di circa 4 kg, può assumere al massimo 5 microgrammi per chilogrammo al giorno, quindi il limite che dovrebbe essere rispettato per non causare danni neurologici è di 20 microgrammi.
Allora perché il vaccino contro l’#epatite_B ha 250 mcg di alluminio?
Perché viene somministrata al neonato una quantità di alluminio 12 volte superiore alla dose che la stessa FDA ritiene consentita?
“Non posso fare a meno di pormi queste domande, ma soprattutto ritengo importante portare avanti una battaglia instancabile per proteggere i nostri figli e il domani dell’Italia”. Così la #senatrice #De_Pin ha esposto la sua preoccupazione, leggendo questi dati allarmanti. Alla domanda: “Cosa ne pensa dei colleghi che appoggiano la filosofia della#massima_copertura_vaccinale“, la senatrice ha risposto così: “Non voglio concentrarmi sul perché molte forze politiche stiano perorando la causa della Massima Copertura Vaccinale, ma ciò che so è che loro stanno sbagliando alla luce dell’evidenza scientifica e biologica. Dobbiamo essere uniti e portare avanti una voce comune che voglia difendere i diritti dei più #deboli, ma soprattutto che vieti di portare nuovi danni alle #famiglie italiane”.
#bambini sono i tesori della #famiglia e lo #Stato è tenuto anche secondo il testo costituzionale a proteggere i propri cittadini, perché la famiglia è il fulcro della società.
Pensate che poi, nel secondo mese, vengono iniettati al bambino altri 705 mcg di alluminio (attraverso i vaccini dtap, hib, pcv, ipv).
Sono dati allarmanti, quando pensiamo che il massimo consentito per non avere danni neurologici e ossei è di 30 mcg, ossia 23 volte superiore ai livelli consentiti.
Una difesa importante è l’#informazione, perché solo conoscendo tutti i risvolti legati a questa problematica, possiamo prendere le decisione più corrette per il futuro dei nostri #figli.

error: Copia non permessa!! I Vs. dati di navigazione registrati